Lettori fissi

mercoledì 7 dicembre 2016

5 ANNI DI TOPOLA

ebbene sì.. sono passati 5 anni da quando la topola è entrata a far parte della nostra famiglia.. 
non mi dite "di già???" perchè a me sono passati lentissimamente e sento tutti gli acciacchi di questi cinque anni di fatica sulla schiena..
Comunque sì, si cresce.. eccome se si cresce!! sta tirando fuori un bel carattere Tessa e sono orgogliosa di lei e dei suoi passi nella vita e nel mondo!
Oggi la mia bambina compie 5 anni e se mi guardo indietro vedo dei notevoli progressi suoi, errori miei, litigi, sorrisi, pianti, capricci, abbracci e baci, viaggi, giochi, scherzi e ogni sorta di cose.. e sono felice, veramente FELICE di tutto quello che questi cinque anni hanno regalato a me e all'omo di casa.. è un'esperienza che non mi sarei mai aspettata (cinica e orco come sono) e invece.. sarà che esserino è una bimba particolarmente tranquilla ed educata, che ci invidiano in molti e riesce a farsi amare anche da chi detesta i bambini e voterebbe per Erode anche subito, ma devo dire che è bello averla tra i piedi, ehm.. volevo dire in famiglia!!

BUON COMPLEANNO TESSA!!!

oggi festeggeremo con un palloncino, pranzo in famiglia rimandato a venerdì con tutto il parentame, per cui anche i regali saranno aperti allora.. pista di legno con trenino dalla nonna paterna, sveglia di Frozen dai nonni materni, forse microfono musicale da parte nostra (ancora ci sto pensando.. troppa confusione in casa temo).. venerdì si fa forca a scuola e ce ne stiamo a casa tutti assieme!! Poi domenica a scelta andiamo ai mercatini qui di Firenze, oppure a quelli di Verona o la portiamo a Montecatini Terme alla casa di Babbo Natale, vedremo un po'!!
Mentre sabato pomeriggio festa con i compagni di classe.. wow!!!!
Per il pranzo con i parenti voglio sfoggiare la Magic cake.. se mi riesce of course.. visto che all'apparenza è facile da farsi e veloce!
Anche perchè tutte le mie energie andranno sulla torta per la festa di compleanno con gli amichetti di scuola che gliel'ho fatta scegliere a lei.. beh si insomma.. almeno come idea di base..
lei mi ha detto, dopo aver a lungo studiato su internet foto e immagini di torte pazzesche
"voglio una torta con i My Little Pony sopra, mamma"
mmm.. quelle visionate erano ai limiti dell'impossibile per una mamma normale con la passione della cucina, ma poca manualità, per cui alla fine ho deciso che i MLP ci saranno sopra la torta, ma come pupazzetti di plastica, non certo fatti in pasta di zucchero!!

E siccome sono sciroccata forte e un tantino masochista di natura ho deciso di cimentarmi nella RAINBOW CAKE come dolce da decorare.. ma si certo, robina semplice dai..
in effetti il dolce di per sè è semplice, solo un po' lunghetta la preparazione perchè l'impasto va diviso in sei ciotole e colorato, poi cotto in sei tortiere e assemblato a modo.. ma in fondo è una torta normale.. beh quasi!!

Vi farò vedere com'è venuta e vi darò la ricetta non appena la faccio.. oggi sono solo "chiacchiere da mamma"!!! Ma diciamo che vorrei una cosuccia tipo questa.. magari tutta bianca all'esterno con tante farfalle in pdz di ogni colore.. ce la posso fare, che dite?


intanto..
AUGURI FIGLIA MIA
per i tuoi 5 anni su questa terra!!

lunedì 5 dicembre 2016

LA SETTIMANA DEL CAVOLO .. CAVOLFIORE VIOLA

da quando la topola mangia a mensa, complice il nuovo menù ricco di verdure di stagione, ho deciso di affrontare il "problema" di petto e ogni settimana inserire un vegetale nuovo in cucina.. nuovo per lei, visto che dal mio frigo ne passano..
Abbiamo fatto la settimana del CAVOLO, e mi sono attrezzata con una breve scheda tecnica sulla famiglia, foto attinenti e anche un disegno da colorare.. poi tutti in cucina per toccarlo, annusarlo e perchè no.. assaggiarlo!
Temevo un enorme "NO!" da parte sua, invece mi ha ascoltata, mentre faceva merenda in cucina, guardando 'sto cavolfiore con fare sospetto.. poi siamo passati in camera sua a colorare il disegno e poi fatto una doverosa pausa-gioco di un paio di ore.. quindi le ho chiesto di seguirmi in cucina per tagliare il cavolo e studiare cosa farne.. ha voluto assaggiarlo crudo ed è stato amore a prima vista, poi le ho dato dell'olio e.. zampa-lesta tra un po' lo finisce tutto il cavolo!! 
poi ho provato a cucinarlo saltandolo in padella velocemente.. ma non ha gradito! l'odore e il sapore un po' forte non sono stati apprezzati da cotti, va beh pazienza.. mi accontento se lo mangia così a crudo in pinzimonio.. anche perchè i broccoli me li mangia solo cotti nelle orecchiette.. una ricetta per tipo va benissimo!!


tornando a noi.. qualche giorno dopo al supermercato ho trovato tutta la famiglia brassicacee bella spaparanzata nel banco verdure.. ero con la topola per cui l'ho chiamata subito a guardare tutti quei cavoli dal vivo (visto che li aveva visti solo in foto, cavolfiore bianco, verza e broccoli esclusi) e lei s'è innamorata di questo bellissimo cavolfiore lilla (in realtà anche di quello giallo topazio, ma un cavolo alla volta è più che sufficiente da comprare per le narici dell'omo di casa)..
e quindi eccolo qua un cavolfiore lilla, che pare in cottura diventi pure blu.. vedremo!
intanto se lo è sbafato a crudo con olio e sale.. tanto per.. poi vediamo se riesco a ridurlo a vellutata per farlo mangiare anche all'omo di casa che ama i cavoli solo così: broccoli passati con orecchiette (e tanto aglio e peperoncino), verza cruda condita con senape, olio, aceto e maionese ligh (tipo coleslaw tedesco per intendersi), cavolo romanesco verde solo con orecchiette o al massimo come sformato.. uffa che fatica!!

ma ne parliamo un po' di questi cavoli? su dai.. un po' di studio..
il cavolfiore è una varietà di Brassica oleracea. Fa parte della famiglia delle Brassicacee o Cruciferae Il cavolfiore è caratterizzato da un'infiorescenza, detta testa o palla, costituita da numerosi peduncoli fiorali, molto ingrossati e variamente costipati. L'infiorescenza, che può assumere una varia colorazione (bianca, paglierina, verde, violetta) costituisce la parte commestibile dell'ortaggio.
Il cavolfiore ha numerose varietà, che vengono distinte in base all'epoca di maturazione, per cui vi sono varietà precocissime (raccolte ad ottobre), precoci (raccolte a novembre-dicembre), invernali (raccolte a gennaio-febbraio) e tardive (raccolte da marzo a maggio).
Il cavolfiore preferisce terreni freschi, profondi, di medio impasto. La semina avviene in semenzaio tra maggio e luglio; per le produzioni primaverili avviene a gennaio. Il trapianto in campo delle piantine viene effettuato 40-50 giorni dopo la semina. Prima del trapianto, il terreno viene preparato con un'aratura, con cui si esegue anche la concimazione, preferibilmente organica. I lavori successivi al trapianto consistono in una o due sarchiature. L'irrigazione è praticata dopo il trapianto (a luglio-agosto) e durante la crescita dell'infiorescenza se si verifica siccità. La raccolta viene effettuata tagliando il torsolo alla base.

Il cavolfiore può essere consumato bollito, fritto, arrostito o cotto al vapore. Può essere usato come contorno o anche come piatto principale, nella preparazione di zuppe di verdura. Contrariamente a ciò che si pensa, questo ortaggio può essere mangiato anche crudo, misto alle insalate. Si deve prendere solo la parte superiore del "fiore", le cosiddette testine, il resto si può usare cotto come al solito, e tagliarle a fettine sottili il più possibile. Queste, aggiunte alle verdure miste, saranno una prelibatezza. Un buon misto può essere fatto da varietà diverse di cicorie, lattughe e indivie. E ancora, spinaci, cavolo cappuccio o verza, sempre tagliati sottili, cetriolo, pomodoro, rucola, valerianella o gallinella che dir si voglia, erba cipollina, tarassaco e infine cipolla, sempre tagliata sottile e da aggiungere alla fine. Il tutto condito con sale, limone e olio d'oliva nell'ordine.
ma come si mangia???
è molto versatile, si mangia sia crudo che cotto, dopo averlo lavato sotto l’acqua e avergli tolto le foglie!

CRUDO  con olio e sale

COTTO  ha svariati modi di preparazione.. proviamoli insieme
-       a vapore con olio e sale, un goccio di limone
-       fritto con una pastella di uovo e farina
-       gratinato in forno  con besciamella e poco parmigiano
-       vellutata o zuppa con patate e noce moscata o altre spezie
-       polpette con pangrattato, uovo, scamorza, parmigiano prezzemolo e aglio, poi fritte o in forno
-       torta salata con altre verdure o da solo con pangrattato, uovo, formaggio morbido e poi in forno, sia come tortino che all’interno della pasta sfoglia
-       purè semplicemente cotto a vapore, frullato e poi scaldato in pentola con burro e latte, assieme alle patate
-       sott’aceto si cuociono velocemente in acqua bollente e salata, poi si asciugano bene e si mettono in vasi con salamoia di aceto bollente e sale, aromatizzato con buccia di limone, ginepro o altro
-       condimento per la pasta, come i broccoli, anche il cavolfiore si può usare per condire la pasta


BROCCOLI
CAVOLO ROMANO
CAVOLO VIOLA
CAVOLO CAPPUCCIO
VERZA BIANCA &  ROSSA
CAVOLINI DI BRUXELLES
CAVOLO NERO
CAVOLO CINESE





VELLUTATA DI CAVOLO VIOLA
Ingredienti:
1 cavolfiore - 1 patata - 1/2 tazza di porri - brodo vegetale - crostini di pane - olio evo - sale e pepe

Preparazione:
Cuocere al vapore le cimette del cavolfiore, dopo averlo lavato e pulito, finchè non diventano tenere e anche di un bel colore viola scura o celeste (se sono a contatto con l'acqua).. oltre a rilasciare colorante bluette nell'acqua.. figus!
Tagliare e pelare la patata a cubetti piccoli.
In una pentola cuocere nell'olio i porri finchè non sono teneri, poi aggiungere il cavolfiore e la patata, aggiungere il brodo e far cuocere una ventina di minuti, finchè la patata sarà cotta.
Passare al mixer, dosare di sale e pepe e se necessario (per addensare la vellutata) aggiungere un goccio di latte o panna, io non l'ho messa ed era bella densa ugualmente!
Servire con crostini di pane passati in padella con olio e mix di spezie provenzali.


p.s. alla topola non è piaciuta, anche se l'ha mangiata tutta ugualmente, commento finale "mamma il cavolo viola per me solo crudo, grazie!" .. invece all'omo di casa è piaciuta un sacco e "me la rifai vero?" .. facilitare i compiti mai eh.. grazie famiglia!!!

ATTENZIONE

Copyright © Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione.